I militari del San Marco in strada accanto alle forze dell’ordine

BRINDISI – I militari del Battaglione San Marco per strada a dar manforte alle forze dell’ordine per garantire maggiore sicurezza nella provincia di Brindisi. È l’idea/proposta dell’onorevole Nicola Ciracì (Cor) che da lunedì 15 agosto sarà impegnato in un tour nei presìdi istituzionali, partendo dalle carceri per proseguire con il Cara/Cie e le caserme e i commissariati del Brindisino, al fine di ascoltare i problemi delle forze dell’ordine per poi redigere un report da consegnare al premier Renzi e al ministro Alfano.

“Intanto – si legge in una nota del’ufficio stampa di Ciracì – una possibile soluzione-tampone sarebbe, appunto, quella d’impiegare i soldati nel presidiare il territorio almeno durante il periodo estivo, scongiurando anche danni collaterali al comparto turistico. Ciò, da una parte perché lo Stato dimostri di essere vigile e presente, dall’altra per contrastare i fenomeni di micro e macro-criminalità e, non secondariamente, per prevenire eventuali minacce terroristiche.

“Quel che ultimamente sta accadendo a Ceglie Messapica e più in generale nella provincia di Brindisi – dichiara Ciracì – non può e non deve farci dormire sonni tranquilli, non è possibile restare indifferenti e inermi dinanzi a omicidi, rapine, furti e violenze di ogni genere, senza contare il fenomeno del terrorismo di matrice islamista cui, come e più di tanti altri, siamo ormai esposti”.

“Siccome le nostre forze dell’ordine, dalla cui parte sono da sempre apertamente schierato, vivono un momento di difficoltà non certo per loro responsabilità – prosegue – sarebbe opportuno che intervenissero in loro soccorso, secondo un basilare principio mutualistico, lo Stato e l’esercito: e, allora, uno Stato attento e prudente non può, in periodi come questo, non inviare sul campo i suoi uomini e donne in armi, la cui tangibile presenza accrescerebbe notevolmente la percezione di sicurezza da parte dei cittadini”.

“Mi auguro – aggiunge il deputato – che una volta tanto il ministro Alfano, dopo aver ignorato i miei precedenti e formali appelli, accolga quest’altro: io sono del parere che non si debba aspettare la tragedia prima di muoversi e di adottare provvedimenti degni, adeguati e consoni a un Paese civile e, di conseguenza, sicuro, nel quale cioè tutti, dai turisti agli autoctoni, compresi ovviamente gli operatori commerciali, possano continuare a godere tranquillamente di quell’esistenza libera e, specie nei periodi di vacanza, spensierata che meritano”.

“Se non si fa questo – conclude Ciracì – poi non ci si deve lamentare: io sono per la sicurezza e per la prevenzione, mentre questo governo da che parte sta? La criminalità, di qualunque matrice essa sia, va presa di petto, quindi facciamolo!”

Tratto da BrindisiReport

Un successo il concerto solidale della “Swing Big Band”, Ciracì: «Questa è la strada giusta»

«Siamo riusciti a unire, in un’unica e indimenticabile serata, la magia della musica, la bellezza del nostro territorio e la solidarietà, facendo sintesi tra alcune delle nostre eccellenze».

Commenta così l’onorevole Nicola Ciracì (CoR), presidente del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, l’ottima riuscita del concerto della “Swing Big Band”, andato in scena domenica scorsa presso Masseria Beneficio a Ceglie Messapica.

Numerose e qualificate le presenze, su tutte quella del sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, senatrice Angela D’Onghia, di Sua Eccellenza il prefetto di Brindisi, Annunziato Vardè, del questore Roberto Gentile, del comandante della compagnia carabinieri di San Vito dei Normanni, capitano Diego Ruocco.

Nel corso della serata, condotta da Nicla Pastore e caratterizzata dalla frizzanti note dell’orchestra swing del “Tito Schipa” , è stata anche premiata la professoressa Flavia Gervasi, cegliese d’origine e docente di Musicologia presso l’università di Montreal in Canada.

Sono poi state assegnate all’asta da un battitore d’eccezione, il giornalista Walter Baldacconi, una bottiglia di vino con etichetta unica, realizzata dall’artista Ercole Pignatelli e donata dal produttore Claudio Quarta, una stampa offerta dallo storico locale Michele Ciracì e una ceramica messa a disposizione da Nicola Fasano di Grottaglie.

L’intero ricavato dell’iniziativa è stato devoluto all’Unità operativa complessa di Oncologia dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi, diretta dal professor Saverio Cinieri.

«Il considerevole successo ottenuto – conclude Ciracì – e l’affluenza di pubblico, la maggior parte del quale qualificato, ci conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che la strada intrapresa dal Conservatorio è quella giusta: riscontri come quello dell’altra sera non devono però farci adagiare sugli allori, ma essere da sprone per continuare a seguire la via maestra della cultura, della bellezza e dell’eccellenza, coniugando la nostra arte alle peculiarità di un territorio che attende solo di essere valorizzato a dovere».

 

Tratto da Lo Strillone

Serata di beneficenza in favore dell’Unità Operativa complessa di Oncologia Medica & Breath Unit- Presidio Ospedaliero Perrino di Brindisi

Domenica 26 giugno, presso la Masseria Benificio di Ceglie Messapica, si terrà la serata di gala- concerto di beneficenza per raccogliere fondi da destinare in favore dell’Unità Operativa complessa di Oncologia Medica & Breath Unit- Presidio Ospedaliero Perrino di Brindisi- diretto dal Professor Saverio Cinieri, per l’acquisto delle Cuffie della dignità, un particolare macchinario che impedisce ai capelli di cadere durante le cure dei malati oncologici.

In tale serata, dopo un’esibizione di docenti e allievi del conservatorio Tito Schipa che mi onoro di presiedere, si terrà il concerto di gala della SWING BIG BAND, diretta dal M° Luigi Bubbico feat Carolina Bubbico.

Concerto di musica classica per i pazienti del centro di riabilitazione San Raffaele

CEGLIE MESSAPICA- Un concerto di musica classica per i pazienti del centro di riabilitazione San Raffaele di Ceglie Messapica. Le note di Debussy, Ravel, Granados, Ginastera  rivivranno  nelle stanze della Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica il  prossimo venerdì 17 giugno alle ore 19.00. La struttura pugliese diventerà infatti insolito teatro per un concerto di musica classica dedicato ai pazienti del centro di riabilitazione pugliese ma aperto all’intera comunità locale. Protagonista la solista Valeria Vetruccio, la cui bravura tempo fa il Wall Street Journal, definì “un’avvincente combinazione di vitalità e precisione tecnica”.

L’evento è promosso dal Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e organizzato in collaborazione con la Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica. «Sono estremamente felice della sinergia nata dall’incontro di queste importanti realtà che incarnano due eccellenze per il nostro territorio – E’ quanto ha dichiarato l’onorevole Nicola Ciracì, presidente del Consiglio d’Amministrazione del Conservatorio – Una serata che ha come obiettivo quello di diffondere la cultura musicale come strumento di benessere e di valore sociale. Un appuntamento, culturale ma non solo, poiché rappresenta una significativa occasione di unione tra l’arte della musica e le esigenze terapeutiche, di assistenza e intrattenimento degli ospiti della Fondazione San Raffaele. Prendersi cura di un paziente vuol dire anche fare attenzione alla persona e alle sue emozioni e per fare questo è importante far entrare la musica e la società civile nella quotidianità della cura».

Un curriculum di prestigio quello di Valeria Vetruccio, attualmente docente di pianoforte proprio presso l’Istituto Musicale di Ceglie, dove si è diplomata con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sotto la guida del Maestro Bruno Vittorio Massaro, perfezionandosi poi con i Maestri Aquiles Delle Vigne, Franco Scala e Riccardo Risaliti. All’attivo molte esibizioni in numerose città d’Italia e del mondo: il suo debutto all’estero all’età di soli 17 anni presso la Wiener-Saal del Mozarteum di Salisburgo. Si è poi esibita in Belgio, Austria, Germania, Francia, Spagna, Bulgaria, Messico, Australia, Polonia, Canada, Israele. Ha calcato anche le scene musicali degli Stati Uniti, presso la Lang Recital Hall di New York e la prestigiosa Carnegie Hall, dove è tornata nell’aprile 2012 interpretando il Concerto n°5 “Imperatore” di Beethoven sotto la direzione di John Rutter, registrando un tutto esaurito.

Tratto da BrindisiOggi

Imbarazzante l’idea di un consiglio monotematico sui blogger

Di seguito le mie dichiarazioni riprese da BrindisiReport sulla richiesta di convocazione di una seduta monotematica del consiglio comunale di  Ceglie Messapica per discutere il “caso blogger”

CEGLIE MESSAPICA – Il deputato Nicola Ciracì (Cor) attacca i sei consiglieri comunali di Ceglie Messapica, 3 di maggioranza e 3 d’opposizione, che hanno presentato richiesta di convocazione urgente di una seduta monotematica del consiglio comunale per discutere del “caso blogger”. Lo fa attraverso una nota che pubblichiamo di seguito. 

L’idea dell’attuale “fritto misto” maggioranza/minoranza di discutere in un Consiglio comunale monotematico su come imbavagliare i blog locali è davvero imbarazzante (per loro): al tempo in cui internet, coi suoi pregi e i suoi difetti, è sinonimo di democrazia e libertà, a Ceglie Messapica si ripudia il progresso e si sceglie l’oscurantismo. Cosa ancor più preoccupante, non lo si fa soltanto nel Palazzo, ma si pretende di esportare una simile concezione distorta dell’amministrare la cosa pubblica persino fuori dalle sedi istituzionali.

Sinceramente, trovo che qualcosa del genere possa essere partorito solo ed esclusivamente da amministratori inadeguati e fuori contesto, anzi proprio fuori dal mondo. Si parla a vanvera della necessità di porre un freno ai commentatori anonimi sui numerosi – vivaddio! – diari onlinepresenti nella nostra città, ma si portano come esempio opinioni espresse in forma civilissima, ancorché non firmate, da altrettanto civili concittadini. Interventi di sdegno nei confronti dell’operato delle forze politiche che (s)governano Ceglie Messapica, per la pubblicazione dei quali i gestori dei blog si sono già assunti a monte ogni e qualsivoglia responsabilità: non compaiono offese personali, non recano parolacce né bestemmie, ma rappresentano quello che un po’ il “sale” della dialettica politica.

Peraltro vi sono blog di destra e di sinistra, di opposizione e filogovernativi. Personalmente tante volte sono stato oggetto di attacchi gratuiti ad opera di soggetti che hanno creato profili anonimi o hanno addirittura usato il loro per dare sfogo a paure e origini primordiali o semplicemente al timore di perdere le prebende comunali. Li ho sempre seppelliti con una risata o al limite con una pernacchia.
Un politico o un giornalista che arriva a querelare deve avere ragioni fortissime, altrimenti è alla frutta. I blogger cegliesi ci mettono quotidianamente la faccia e noi da cittadini dovremmo essere loro grati. E invece che si fa? Si cerca in qualche modo – di azzittirli, della serie: «Nessuno deve sapere».

Stupisce poi che tra i fautori di questa svolta autoritaria compaia il consigliere Angelo Maria Perrino, che è un giornalista e che per giunta tra i primi ha puntato e tuttora punta sul Web. Un paradosso nel paradosso.

Esprimo solidarietà ai blogger cegliesi e ai cittadini che anche grazie a quei blog fino a oggi hanno potuto dire la loro, tanto a favore quanto soprattutto contro le amministrazioni comunali che negli anni si sono succedute alla guida della città.

Noi ci dichiariamo fermamente contrari e indignati di fronte a questa allarmante deriva medioevale e faremo tutto quanto nelle nostre possibilità per impedire che produca i suoi effetti. Lo dobbiamo al buonsenso, ma ce lo impone soprattutto la Costituzione repubblicana, che – fino a prova contraria – resta in vigore anche in quel di Ceglie Messapica.

Speriamo che i blog continuino a essere quelli che sono sempre stati: dei rompiscatole che fanno sentire i “sapori” di Ceglie alle migliaia di concittadini che vivono sparsi nel mondo. Chiedo scusa a loro per la triste figura che “pochi” stanno facendo fare alla nostra amata città. Credo che anche stavolta ci salverà una pernacchia!”

Domenica 14 febbraio alle 11 ci sarà l’inaugurazione della nuova segreteria politica a Ceglie Messapica

Comunicato stampa – On.Nicola Ciracì, CoR-Conservatori e Riformisti

Nuova segreteria politica a Ceglie Messapica, più dialogo e confronto con i cittadini

 

11 febbraio – “Domenica 14 febbraio, alle ore 11, inaugurerò a Ceglie Messapica la mia nuova segreteria politica in Via Cristoforo Colombo, per avvicinare deputato a cittadini e cittadini a deputato”, dichiara l’On.Nicola Ciracì di CoR-Conservatori e Riformisti. “Sarà un luogo dove discutere, confrontarsi, incontrarsi, convinto che vi è sempre bisogno della politica e che solo con la buona politica si può sconfiggere la cattiva politica. Per diversi mesi mi sono impegnato alla Commissione Sanità e adesso invece il mio impegno è tutto concentrato nella Commissione Agricoltura oltre a quello di sempre per la Musica e Conservatori. Soprattutto in questi settori sto cercando di ascoltare i nostri cittadini per migliorare la qualità della loro vita con iniziative legislative. Sarà l’occasione anche per illustrare il nuovo progetto politico, quello di CoR-Conservatori e Riformisti che stiamo portando avanti con Fitto con coerenza per rinnovare il centro destra”.

Ceglie Messapica, scuola occupata. On.Ciracì, CoR-Conservatori e Riformisti, attacca la preside. “Inadeguata”

Articolo tratto da NoiNotizie.it:

Ceglie Messapica: scuola occupata, il deputato attacca la preside. “Inadeguata”

Dirigente scolastica: “occupare è un diritto dei ragazzi” la frase che le attribuisce il parlamentare Ciracì commentando “sconcertanti dichiarazioni”

 

La scuola è occupata da ieri. La dirigente scolastica ha, ovviamente, in questa sede lo spazio che dovesse ritenere opportuno per ribattere alla presa di posizione del parlamentare.

 

Di seguito un comunicato diffuso dal deputato Nicola Ciracì:

 

“Che la preside dell’Istituto Agostinelli di Ceglie Messapica fosse inadeguata a gestire un polo scolastico così numeroso e complesso è purtroppo un dato di fatto. Dopo aver preso una scuola in consegna senza verificare che fossero stati completati tutti gli allacci e senza che nel suo ruolo di datore di lavoro si fosse fatto certificare il tutto dal responsabile della sicurezza e prevenzione che lei stessa nomina, adesso arriva ad essere una fan delle occupazioni. L’affermazione rilasciata alla stampa “Occupare è un diritto dei ragazzi” in stile sessantottino mi lascia perplesso come rappresentante delle istituzioni e come genitore e mi convince sempre di più della necessità di un intervento dei dirigenti scolastici provinciali e regionali. Anche al fine di impedire che la stessa rilasci dichiarazioni pubbliche fuorvianti che risultano essere incompatibili con il ruolo che riveste.

A ciò si aggiunga un ente provincia indifendibile perché pure in presenza di evidenti difficoltà economiche sta dimostrando una totale incapacità nella gestione delle emergenze oltre all’assenza di un’amministrazione comunale che evidentemente preferisce “andare al mare”.

Venerdì mi recherò personalmente sia presso l’amministrazione provinciale che presso il dirigente scolastico provinciale nella speranza che già da domani la preside invece di “occupare” inizi realmente a occuparsi di come risolvere i problemi che aumentano di ora in ora in tutte le sedi scolastiche e far sì che le lezioni avvengano normalmente senza ledere l’unico vero diritto degli alunni che è quello allo studio.”

Iniziativa in favore della riqualificazione della chiesa monumentale Madonna della Grotta

 Venerdì 2 ottobre, alle ore 16.30, presso la sede dell’Associazione Amici del Borgo Antico di Ceglie Messapica, sita in Piazza Vecchia n.25, si terrà un incontro aperto per discutere, con chiunque abbia a cuore la riqualificazione e la conservazione della Chiesa Madonna della Grotta, la costituzione di un comitato per la tutela del bene monumentale.

Clicca per visualizzare l’articolo

Clicca per visualizzare il testo dell’interrogazione