Novelle in decrescendo

La raccolta "Novelle in decrescendo" rende omaggio a un genere letterario che nel corso dei secoli ha attratto scrittori di ogni parte del mondo. Questo perché la novella offre, in una dimensione ristretta, un intreccio lineare caratterizzato da un rapido svolgimento finale, che ha il pregio di suscitare nel lettore curiosità e appagamento. Seguendo questa impostazione tradizionale, Giulia Deon intraprende, in un stile poetico e garbato, un percorso originale, riflesso in racconti dai temi classici e la cui scansione risulta appunto "in descrescendo". Il filo conduttore che unisce i vari testi è il mistero che appare in avvenimenti fantastici (I Sette fiori o l'Indimenticabile), in ombre oscure e malefiche (Il venditore di libri), nella creazione pittorica (L'opera d'arte) o nella ricerca della propria identità (Solo un istante). Proprio nell'ultimo episodio (Pensieri infiniti), la brevità del testo esprime l'essenza della vocazione letteraria che sigilla, sotto una forma allegorica, il mito dell'"Eterno ritorno".