Le modoficazioni dello statuto delle società di capitali. Iscrizioni e pubblicazione

Il sistema novellato del diritto delle società di capitali disciplina con una norma generale, contenuta nell'art. 2436 c.c., il procedimento pubblicitario applicabile a tutte le modifiche delle regole di organizzazione societaria (dello "statuto", nella società per azioni, o delle "norme relative al funzionamento della società" nelle società a responsabilità limitata), introducendo nell'ordinamento il principio secondo cui la deliberazione di modificazione statutaria non produce effetti se non dopo l'iscrizione nel registro delle imprese; contro la più affermata linea interpretativa precedente la riforma, quando si discuteva se la deliberazione modificativa fosse in linea di principio - e salvo casi particolari specificamente disciplinati - immediatamente efficace o se, invece, fosse, sospensivamente risolutivamente, condizionata all'omologazione del tribunale. Qualora una modificazione statutaria, quindi, attribuisca ad un organo sociale una particolare competenza deliberativa, la competenza stessa può dirsi sussistente - e le relative deliberazioni essere assunte - solo dopo che, con l'iscrizione nel registro delle imprese, la modificazione statutaria ha assunto efficacia.