Nel tempo e nello spazio

C'è una cabina telefonica blu che da quasi cinquantaquattro anni viaggia nel tempo, nello spazio e nell'immaginario di fan di ogni età. Doctor Who è la serie più longeva di tutti i tempi: dal novembre del 1963, data della messa in onda del primo episodio, ha cambiato più volte interpreti, autori, registi, ma non il suo sensazionale mix di fantascienza, umorismo inglese, romanticismo e dramma. Da qualche anno, grazie a un passaparola irresistibile e ad alcuni attori e autori brillanti e carismatici, da fenomeno tipicamente britannico, Doctor Who è diventato un culto mondiale, con tantissimi ammiratori anche in Italia. Alcuni scrittori whovians, guidati da Gianluca Morozzi, Daniela Bortolotti e Alberto Petrelli, hanno dedicato il loro talento narrativo per omaggiare l'amato Dottore, in contemporanea con l'ultima stagione con Peter Capaldi come protagonista. Troverete così Dante Alighieri in viaggio nel Tardis, un pianeta popolato soltanto di Dottori, il Dottore alla ricerca di Guglielmo Marconi, una nonna che tra una frittura e l'altra forse ha combattuto nella Guerra del Tempo, una ragazza alle prese con un bambino inglese un po' particolare, e tante altre avventure. Nel tempo. E nello spazio. Testi di: Daniela Bortolotti, Paolo Capponi, Eva Closis, Simone Colombo. Vera Di Cristinzi, Alcn Grana, Federico Cuorri , Elisabetta Guolo, Irene Lodi. Piero Mariclla, Alossandra V. Massagrando, Gianluca Morozzi Mara Muncrati, Luca Occhi. Eleonora Pescarolo. Alberto Petrelli.